Seguimi su:
AB Vacanze Trapani

Isola di Levanzo

Isola di Levanzo

Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo
Isola di Levanzo

COSA FARAI IN 8 ORE

Levanzo, tra le isole Egadi, è quella dal fascino più intrigante. Raramente si trova in una tale condizione di "tempo sospeso". Nel piccolo borgo di pescatori la vita scorre immutabile, spesso incurante anche dell'affluenza, non secondaria, di turisti. Un distacco antico come quello di quest'isola, abitata fin dal paleolitico, come testimoniano le incisioni rupestri della Grotta del Genovese. Il mare, di un azzurro carico e forte, è la costante. Abbraccia l'isola e vi accompagnerà anche mentre affronterete i sentieri che si aprono fra i boschi, ricchi di flora rigogliosa ed una fauna che vive libera tra i campi. Gustare questi paesaggi è un piacere sopraffino, viverli insieme a chi vi potrà aiutare ad assaporarne ogni goccia, può essere davvero il massimo.

COSA TI ASPETTA
- Dopo esser arrivati a levanzo ed aver fatto colazione dalla Zia Sarina con un buon cannolo, ci si incammina seguendo perimetralmente l'isola i senso orario.
- Seguendo il primo pezzo di strada asfaltata giungeremo al Faraglione di Levanzo. Lì la sosta è d'obbligo.
- Dopo aver assaporato per circa 30 minuti il panorama a sud su Favignana e ad owest su Marettimo, si imbocca un sentiero che da livello mare ci porta su fino alla pineta.
- Seguendo il percorso tra vegetazione dagli odori marini, giungeremo all'appuntamento con il custode della "grotta del Genovese" che ci accompagnerà a visitare il preistorico sito.
- La visita della grotta sarà gestita dal custode. Finita la visita si riprenderà il cammino e si giungerà in un'area attrezzata dove sosteremo per organizzare una pausa pranzo.
- Finito il pranzo ci dirigeremo a Cala Minnola passando dalla torretta di avvistamento Saracena. Se il meteo lo permetterà ne approfitteremo per fare un tuffo a mare per rinfrescarci.
- Lì faremo la pausa caffè ed il nostro giro terminerà con il rientro in paese che avverrà tramite un sentiero che costeggerà il litirale formato da scogli.
- Rientro a Trapani ore 18.00 circa.

INFORMAZIONI UTILI
- Abbigliamento da Trekking idoneo alla stagione;
- Maglia di ricambio;
- Giubbino antivento/pioggia;
- Scarpe da Trekking alte;
- Bastoni da Trekking (consigliati);
- Copri capo ed occhiali da sole;
- Acqua (litri 1,5 a persona);
- Frutta secca e/o barrette energetiche e/o crackers;
- Escursione fattibile da 1 a 40 Pax (il gruppo può essere composto da più persone non conoscenti);
- È possibile chiedere la disponibilità dell'escursione in esclusiva;
- Durata dell'escursione 8/9 ore circa.

TIPOLOGIA PERCORSO (ad anello)
- Sentiero;
- Strada sterrata;
- Mulattiera;
- Escursione di media difficoltà, pertanto è consigliata esclusivamente a persone con una discreta resistenza fisica, tuttavia si procederà a passo del più lento.

INFO SULLA LOCALITÀ

Levanzo paese: Di fronte alla costa settentrionale di Favignana affiora l’isola di Levanzo, dai fondali ricchi di testimonianze archeologiche. Alla piccola Isola si può attraccare dal porticciolo del borgo di pescatori dove i turisti possono degustare granite di mandorle, di gelsi rossi oppure di limoni o ancora un eccellente cannolo al bar della Zia Sarina.

Faraglione di Levanzo: Lasciato il paese, una strada panoramica sul costone di roccia arenaria, ricca di vegetazione mediterranea conduce a Cala Faraglione. È una delle zone più affascinanti e tipiche dell’isola, affacciata di fronte al suggestivo faraglione che specie al tramonto si veste di colori e riflessi imperdibili. Lungo il percorso il panorama incanta ed affascina: a destra l''isola di Favignana, a ponente l'Isola di Marettimo.

Grotta del Genovese: Risalita la montagna e superato un piccolo bosco ci si immette in un sentiero realizzato in scaglie di pietra per giungere alla grotta del Genovese. Scoperta nel 1949, si apre nelle rocce calcaree che costituiscono l'isola e conserva una documentazione molto importante della preistoria della Sicilia, in particolare del paleolitico superiore. Vi sono dipinte immagini di animali del Quaternario ed alcune figure umane con maschere a testa di uccello e copricapi. Figure dipinte più recentemente sono colorate in nero e rosso e rappresentano alcune figure umane maschili e femminili insieme a mammiferi e pesci tra cui il tonno simbolo della vita e della cultura delle Egadi.

Cala Minnola: A Cala Minnola, situata a nord-est dell'isola di Levanzo, oltre ad alcuni resti di vasche per il garum, è possibile, con l’assistenza di una guida subacquea autorizzata, visitare i resti di un antico relitto di età romana. Risalendo il sentiero lungo la montagna, si giunge in un luogo dove, per la prima volta, non si ha più il contatto visivo con il mare..... è il centro dell’isola e in questa zona, detta "campagna", si può raggiungere un'area attrezzata privata, dove rifocillarsi con un pranzo tipico e poi riprendere il sentiero per il mare. Da Cala Minnola per giungere in paese il percorso costeggia il mare, le piccole insenature, la bellissima Cala Fredda.

 

Richiedi informazioni

Autorizzazione Privacy ai sensi D.Lgs 196/2003
Iscriviti alla nostra newsletter

Altre escursioni